Il CAFM (Computer Aided Facility Management) Natuplan è la chiave per l’ottimizzazione gestionale della commessa e per il suo controllo documentale. E’ gestibile tramite la tecnologia NFC (near field communication) con notevoli vantaggi in ordine alla trasparenza ed alla efficienza. Si tratta di uno strumento di proprietà Natuna, implementato e personalizzato in base a cinque sezioni.

1. Gestione Richieste di Intervento
Natuna dispone di un sistema di ticketing disponibile sul sito, ma prevede, opzionalmente, la possibilità di attivare la sezione Richieste di Intervento del sistema informativo NatuPlan, allo scopo di migliorare l’integrazione con le attività di manutenzione ordinaria e con le statistiche. Il suo utilizzo viene valutato in fase di start-up, di concerto con la Committenza.

2. Programma di manutenzione
Le attività di manutenzione programmata indicate nel Piano Operativo di Manutenzione sono riportate graficamente e tabularmente in questa sezione del NatuPlan; in base ai dati inseriti, il sistema genera specifiche schede di manutenzione mensile di ogni impianto e componente nel quale compaiono attività da svolgere, frequenza e data pianificata di esecuzione. Il crono-programma delle manutenzioni, insieme con le schede di intervento, costituisce la guida operativa del team di manutenzione e registra il nominativo di chi segue l’attività pianificata, le tempistiche reali di esecuzione, eventuali misurazioni e note.
Le registrazioni rimangono a disposizione del Cliente e vengono usate per redigere il Consuntivo Manutenzione Trimestrale.

3. Reportistica
L’utilizzo della Sezione 1 del sistema NatuPlan garantisce il reporting in tempo reale delle attività manutentive, consentendo l’analisi delle performance e dei carichi di lavoro. Questa Sezione costituisce il principale strumento di targeting e controlling del Responsabile del Global Service.

4. Layout
Il sistema gestisce tutti i dati che caratterizzano il patrimonio immobiliare, quali ad esempio nome sede, indirizzo, telefono, referente (Anagrafe edificio), le quote altimetriche, le dimensioni dei singoli locali, la destinazione d’uso, la superficie e il volume di ogni ambiente, le strutture portanti e portate, il posizionamento del locale in relazione al piano, all’edificio e al complesso immobiliare (Anagrafe architettonica) oltre a la tipologia impianto/componente, la marca, il modello, la potenza, l’ubicazione e l’impianto di appartenenza (Anagrafe impiantistica).
In particolare ad ogni elemento gestito dal sistema potranno essere associati uno o più allegati quali planimetrie e certificazioni (ad ogni impianto o componente degli stessi potranno essere associati uno o più allegati quali manuali d’uso e manutenzione). Per quanto riguarda gli arredi, di questi vengono gestite tutte le informazioni relative alla loro posizione fisica.
Il tutto è fruibile sulla nostra piattaforma senza l’ausilio per il Cliente di nessun software specifico.

5. Power Monitor
Il Power Monitor Natuna consiste in un sistema finalizzato all’analisi in tempo reale dell’effettivo utilizzo dei vettori energetici e dell’acqua, che consentirà di avere la reale percezione dei consumi ed individuare eventuali utilizzi non necessari. Oltre alla rilevazione istantanea dei consumi saranno elaborati indicatori di efficienza (Energy Performance Indicators: EnPI) che consentiranno di avere una immediata percezione dell’andamento dei consumi sul sito. Il sistema di monitoraggio proposto è sviluppato direttamente da Natuna, pertanto consente una forte flessibilità di implementazione.
Con un piccolo adeguamento da un punto di vista impiantistico Natuna può effettuare l’installazione di un Power Monitor presso il Cliente, offrendo gratuitamente il know-how per la realizzazione del sistema e la componente software. La parte di adeguamento impiantistico andrà concordata rispetto alle esigenze dei singoli Clienti e della scelta dei vettori energetici da monitorare (acqua, energia elettrica per illuminazione, FM, CDZ)